expand_less

 

Trovate il vostro alloggio...

La Collina di Tarces in Alta Val Venosta

Archeologico e mistico

La Collina di Tarces appartiene alle attrattività principali dell'Alta Val Venosta. Sia dal punto di vista storico che paesaggistico questa protuberanza alta 1077 m ha molto da offrire.

Il cosiddetto emblema dell'Alta Val Venosta si è formato nell'epoca glaciale sotto l'influenza dei ghiacciai e perciò ancora oggi nelle conche rocciose si trovano depositi glaciali e morenici. Si può salire sulla Collina di Tarces da Malles, precisamente dal centro del paese di Tarces, frazione di Malles.

scopri di più

Collina di Tarces

I migliori alloggi in Val Venosta 2021

Tutti gli hotel Tutti gli appartamenti Agriturismo

 

Impressioni

 

Scoperte archeologiche e tesori d'arte

Scavi fatti negli ultimi tempi attestano il primo insediamento della regione: ritrovamenti archeologici testimoniano che su questa collina c'era un insediamento grande 1,3 ettari con minimo 80 case. Oltre a monete romane ed ad un'ascia di ferro è stato trovato anche un corno di cervo ricoperto da iscrizioni retiche, vecchio 2500 anni.

Su questo leggendario rilievo si trova inoltre una chiesetta costruita nell'XI secolo in stile romanico, la chiesetta di San Vito. É circondata da un alto muro di cinta di sassi e si trova tutta sola su una collina. All'interno della chiesa non ci sono più oggetti artistici.

Di grande interesse è il bunker della seconda guerra mondiale, mai usato militarmente, costruito da Mussolini tra il 1939 e il 1942, dove i soldati avrebbero dovuto vivere e lavorare. Parecchi ingressi, oggi difficilmente da trovare, portano all'interno dell'impianto. Nella parte interiore si trovavano dormitori e caverne, poligoni e scalinate senza fine.

Da menzionare è anche la vegetazione particolare di questa collina: qui si è insediata una vegetazione stepposa, la collina è di colore marrone e si distingue dal fertile ambiente verde circostante.


Altri consigli per indimenticabili giornate di vacanza ...